Oggi trattiamo un argomento di cui si parla poco ma che influenza molto la sensazione generale dei compratori potenziali nel momento in cui verranno a visitare la tua casa: gli odori.

Il problema di fondo è che, chi ci vive dentro, non si accorge dei cattivi odori perché ci ha fatto l’abitudine. Eppure per chi viene da fuori può essere uno shock.

  • La cucina influisce forse più di tutti gli ambienti, tra alimenti conservati in maniera approssimativa e l’ultima sessione tra i fornelli, per non parlare del vano sotto al lavabo, che spesso ospita il secchio della spazzatura e/o detersivi e disinfettanti chimici che anche i nasi più chiusi avrebbero difficoltà a ignorare.
  • Il frigorifero è spesso fonte di brutte sorprese, se si accumulano cibi per troppo tempo.
  • Un altro fattore viene rappresentato dalla eventuale presenza di amici a 4 zampe. Ancora un’altra fonte da tenere a bada è il bagno. Più in generale il logorio degli anni può restituirci pareti unte e mobili impregnati degli odori più vari.
  • La scarpiera è un punto da tenere sotto controllo.
  • Il fumo di sigaretta è un altro ‘nemico’, se vogliamo presentare la nostra casa a chi vuol valutare di comprarla.
  • Tappeti e tende trattengono anch’essi polvere e cattivi odori in generale.
  • Altra fonte di cattivi odori di cui quasi mai ci rendiamo conto è la polvere sulle lampadine: ogni volta che le accendi, la polvere cuoce letteralmente, diffondendo questo strano olezzo di cantina.
 
Come puoi eliminare questi odori?

Oltre ad aprire le finestre per arieggiare, e spolverare dappertutto (lampadine incluse) ci sono diversi espedienti che puoi adottare, senza peraltro usare detersivi o prodotti artificiali, troppo aggressivi per la nostra salute. Optiamo piuttosto per rimedi naturali.

Vediamoli uno ad uno:

Fai bollire un cucchiaio di aceto bianco per qualche minuto: non solo assorbe gli odori ma ripulisce l’ambiente.

Se non vuoi bollire, è sufficiente riempire un bicchiere di aceto e acqua e lasciarlo per un giorno nella stanza che vuoi sanare.

Puoi eliminare i cattivi odori di casa anche facendo bollire dell’acqua e spremendo il succo di 2 limoni per circa mezz’ora.

Considera anche l’opportunità di utilizzare oli essenziali naturali, che puoi diffondere nell’aria con un poco d’acqua e uno spruzzino. In particolare l’olio essenziale di eucalipto svolge una azione antivirale e antibatterica. Consiglio valido anche per le ceneriere, se qualcuno fuma in casa..

Le scarpe si possono trattare spargendo dentro del sale grosso o bicarbonato per un giorno.

Sotto al lavabo, e anche nel fondo del secchio della spazzatura, puoi mettere un batuffolo di ovatta con qualche goccia di acqua e bicarbonato, o anche qui olio essenziale di eucalipto, o limone o citronella.

Puoi far seccare delle foglie di fiori freschi ed erbe, metterle in un sacchetto di tela e lasciarlo su un mobile.

Se vuoi eliminare puzza di pesce, o ortaggi puoi prendere una fetta di pane, immergerla nell’acqua in un pentolino e portare in ebollizione.

Per sgrassare il piano cottura non c’è niente di meglio che spargere del bicarbonato di sodio e poi passare un mezzo limone direttamente sulla superficie. Consiglio valido anche per le piastrelle della cucina come quelle della doccia.

Il bicarbonato di sodio è un toccasana anche per il frigorifero. Prendi un piattino e versa una piccola quantità di bicarbonato lasciandola stabilmente in frigo.

Lava le tende in lavatrice e tratta i tappeti con un aspirapolvere, e mettili al sole per mezza giornata. Se non è sufficiente, procurati una di quelle macchine a vapore per una pulizia più profonda. Se il cattivo odore non va via, o se hai animali In casa, puoi agire sui tappeti ancora una volta col nostro amico bicarbonato di sodio. Cospargi una buona quantità su tutto il tappeto e lascialo agire per tutta la notte, poi lo aspiri con l’aspirapolvere.

Per creare una atmosfera positiva puoi versare alcune gocce di vaniglia su di una teglia vuota e infornare per qualche minuto a 100 gradi, qualche minuto prima dell’orario previsto per la visita. In casa avrai un invitante odore di torta appena sfornata.

Naturalmente se vuoi fare qualche biscottino da offrire agli ospiti, ancora meglio!

Per andare più a fondo, ci sono piccoli interventi di mantenimento ordinario come cambiare il filtro della cappa ogni 2 mesi.

Secondo i piani e il budget, puoi agire sulle pareti in due modi:

Se ti sembra che la pittura delle pareti sia ancora in buono stato e se le pareti sono lavabili, prova ad eliminare le macchie semplicemente sfregando delicatamente una spugna di quelle per lavare i piatti, con un po’ di detersivo e qualche goccia d’acqua. Ti sorprenderai per l’effetto, specie nelle pareti delle scale, quelle dove passando tocchiamo sempre con le mani.

Se puoi permetterti di fare una bella rinfrescata alle pareti, è sempre la cosa migliore. Contribuisce altamente a eliminare gli odori, oltre a dare una immagine di ‘nuovo’ a tutta la casa.

Tornando alle lampadine, se hai ancora le lampadine a filamento, ti consigliamo di sostituirle con lampadine a LED regolabili, o con la nuova Biovitae, la prima lampadina a LED che elimina fino al 99,8% di virus e batteri, ne controlla efficacemente la proliferazione, semplicemente tenendola accesa. Sanifica ambienti e superfici e agisce in sinergia con il sistema immunitario.

Ci sono molti altri suggerimenti per mantenere la casa in perfette condizioni, seguici sul nostro blog e scoprirai come mantenere alto il valore della tua casa mentre ci vivi dentro e nel caso tu voglia venderla.

Se hai qualche consiglio da condividere, commenta qui sotto o scrivici una e-mail:

info-at-captoras.com

Photo by Richárd Ecsedi on Unsplash

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *